Metalmeccanici, retribuzioni di giugno adeguate all’indice Ipca-Nei

GPN_Ccnl metalmeccanici

Questo articolo, redatto dal Professor Francesco Natalini, socio fondatore GPN, e pubblicato su Guida al lavoro – Il Corriere delle Paghe, esplora gli impatti dell’indice Ipca-Nei sulle retribuzioni dei lavoratori metalmeccanici. 

L’Indice dei Prezzi al Consumo Armonizzato al Netto dei beni Energetici Importati ha registrato nel 2023 un aumento del 6,9%, nettamente superiore all’1,85% previsto dall’accordo del CCNL del 2021. Questo incremento supera anche il notevole aumento del 6,6% del 2022, influenzato dall’inasprimento dell’inflazione a causa del conflitto tra Russia e Ucraina. 

L’adeguamento salariale, entrato in vigore dall’inizio di questo mese (1° giugno 2024), rappresenta una sfida significativa per le imprese operanti nel settore metalmeccanico. In particolare, le piccole e medie imprese devono affrontare costi del lavoro decisamente superiori all’aumento dell’inflazione.

 

Leggi l’articolo completo per ulteriori approfondimenti. 

Download File >>